Si chiama Tilt Brush l’ultima novità di Google in fatto di 3D. In sostanza si tratta di un’applicazione che va usata insieme con HTC Vive, il visore di realtà virtuale prodotto dall’azienda taiwanese e che consentirà all’utente di realizzare disegni in 3D semplicemente muovendo le mani. I gesti si trasformano in disegni all’interno di uno spazio tridimensionale.

Il programma di disegno virtuale ha recentemente ottenuto un aggiornamento alla versione 7.0 che ne ha arricchito e innovato le funzionalità.

  • In particolare si potrà ottenere la riduzione in scala, la rotazione e il trasferimento degli schizzi tenendo premuti i pulsanti di presa su entrambi i controller. Significative queste novità, soprattutto per chi lavora in una scala molto ridotta perché ciò permette la creazione e la visualizzazione di enormi sketches, senza problemi.
  • Un ulteriore novità sperimentale che è stata aggiunta a Tilt Brush è la possibilità di importare modelli 3D, gestendo dei files di estensione OBJ; una potenzialità enorme per i creativi che senza dubbio apre le porte a tutti gli artisti e i professionisti interessati.
  • È anche disponibile uno snapshot ad alta risoluzione che permette di zommare sei volte più grande (in pratica si passa da un 1980 x 1098 a un 11880 x 6588) utile per ottenere un’alta qualità.

Tiltasaurus disegnare divertendosi

A Tilt Brush con quest’ultimo aggiornamento ha inserito anche un gioco nel pacchetto, Tiltasaurus che altro non è che una sorta di indovina quello che sto disegnando. Si gioca tra amici anche con un solo headset.

Tiltasaurus ti mostra una parola da dipingere e mentre tu la dipingi, i giocatori devono indovinare di che parola si tratta. Chi indovina la parola giusta riceve il visore. Un approccio ludico importante, perché permette di potenziare la dimestichezza con la Realtà Virtuale divertendosi.

Il futuro del disegno 3D è su Sketchfab

Sempre in fatto di realtà virtuale, Sketchfab la piattaforma di condivisione di files 3D meglio nota come il “Canale YouTube del 3D” ha recentemente abbracciato la realtà virtuale, sviluppando dei propri visori per VR. Ha poi ampliato l’interfaccia VR con il supporto per il movimento. Come i modelli possono essere animati, esiste il potenziale per la visualizzazione di più che semplici oggetti statici in VR; per questo Sketchfab sostiene di rappresentare per il futuro, uno dei punti di riferimento come piattaforma di contenuti per la realtà virtuale.

Ve ne lasciamo qui un piccolo esempio:

Anche con Tilt Brush la condivisione sarà più facile poiché i recenti miglioramenti apportati al processo di output del file FBX semplificano enormemente l’upload delle proprie creazioni su Sketchfab. Anche il riconoscimento automatico del software semplifica la vita agli artisti ma anche ai professionisti del design.

Il CEO di Sketchfab, Alban Denoyel ha affermato che Tilt Brush apporta un vantaggio significativo a Sketchfab in fatto di creazione di contenuti in 3D tanto da rendere la realtà virtuale un fatto intuitivo.

Un’affermazione importante che dimostra come la realtà virtuale, presto, possa essere alla portata di tutti. Gli sforzi sono nella direzione giusta, perché gli utenti possano facilmente incorporare in una pagina web qualsiasi creazione in 3D, proprio come abbiamo fatto anche noi.