YsWHoOKa24E

Obduction è considerato come uno dei puzzle game più interessanti per il mercato della realtà virtuale. Appena uscito e disponibile sulla piattaforma Steam e dai rivenditori di chiavi come G2A, intende rappresentare un perfetto mix di tradizione e modernità. Ve ne presentiamo qui una recensione completa:

Un progetto Kickstarter andato a buon fine

Obduction è un misto tra un’avventura grafica ed un puzzle game in prima persona, erede di titoli del calibro di Myst e Riven. Non a caso, è stato realizzato dalla Cyan Words, la stessa azienda che si era occupata dei due titoli citati che hanno rivoluzionato questo genere negli ormai lontani anni ’90.

Ci sono voluti tre anni per fare in modo che vedesse la luce; Nel 2013 era stata lanciata l’idea di finanziare tale progetto tramite la piattaforma di Kickstarter. Una gestazione lunga e laboriosa, che però ha portato i suoi frutti positivi.

Obduction può essere acquistato al prezzo ufficiale di 29.99 euro, ma possiamo fornirvi una chiave G2A scontata.

Requisiti minimi di sistema:
  • CPU Intel i5-6500;
  • GPU Nvidia GTX 960 o un AMD equivalente;
  • 8 GB di RAM;
  • HTC Vive o Oculus Rift;

Risolviamo enigmi per fuggire da Hunrath

Il videogioco non punta su una trama molto ben definita, ma preferisce prediligere la suggestività dell’ambientazione. La vicenda si apre con la presenza di un ragazzo di nome C.W., immerso nel particolare villaggio di Hunrath. Quest’ultimo sembra situato nello Stato americano dell’Arizona e si contraddistingue per un paesaggio a forti tinte blu e dalla bellezza fuori dal comune.

i-misteri-di-obduction

Gli ambienti sono estremamente dettagliati

Tutto il gioco ruota intorno ai continui tentativi di fuga del ragazzo dalla cittadina, con la risoluzione di una lunga serie di enigmi. Il personaggio va manovrato con il massimo della cura e ogni sua azione porta ad una conseguenza ben precisa. Tra gli elementi di contorno dello scenario, va segnalata una colonna sonora di alto livello, realizzata da Robyn Miller.

Quest’ultimo ha gestito il comparto audio anche di Myst Riven e riesce ad infondere la giusta atmosfera a tutto il videogame, reso più bello anche da questo semplice elemento.

Enigmi ed esplorazione in un ambiente spettacolare

Come già accennato in precedenza, lo scopo del giocatore è quello di riuscire a risolvere i vari puzzle, sbrogliando ogni singolo enigma. Bisogna possedere arguzia e tanta pazienza per superare tutti i livelli e riuscire ad sfuggire a questa inquietante città.

Il livello di difficoltà è medio alto e la risoluzione degli enigmi non sempre è immediata, pertanto lo consigliamo solo agli appassionati del genere, perché alcune fasi di gioco potrebbero risultare frustranti per i meno esperti.

come-sono-gli-enigmi

Gli enigmi sono indispensabili per progredire nella storia

Buona interazione con l’ambiente

I vari movimenti all’interno di questo gioco appaiono piuttosto complicati. I vari puzzle non sembrano accessibili a tutti e non esiste alcuna sorta di direttiva sugli oggetti con i quali bisogna interagire per superare i vari livelli, se non per mezzo di un’acuta osservazione.

Di conseguenza, l’interazione con l’ambiente circostante rappresenta un elemento abbastanza particolare, con il giocatore che deve guidare un avatar come se avesse a che fare con un pianeta popolato da alieni. Non è facile se non si è già a conoscenza della vera natura di Obduction, che resta pur sempre una specie di remake dei cari e vecchi Myst e Riven di oltre due decenni fa.

Un comparto grafico serve la narrazione

Uno degli aspetti più interessanti di questo gioco è senza ombra di dubbio costituito dal comparto grafico. Tale fattore è considerato come un punto di forza di Obduction, anche grazie ai cospicui passi avanti fatti rispetto al passato.

schermata-di-gioco-di-obduction

Immersività decisamente sopra la media

L’uso dell’Unreal Engine 4 è piuttosto evidente sin dal primo sguardo e rende tutti gli scenari a dir poco fotorealistici, impreziosendo ulteriormente un’ambientazione già degna di nota, con un gran numero di oggetti con i quali è possibile interagire. Assolutamente immersivo!

Bellissimo è anche lo stile artistico, con una sapiente alternanza tra luci ed ombre e solo qualche piccolo bug a rendere le cose un po’ meno vicine ad una perfezione totale.

Conclusioni

In sintesi, Obduction presenta diversi elementi molto interessanti, anche se resta un titolo di nicchia. Chi è appassionato di avventure grafiche ed enigmi troverà sicuramente pane per i suoi denti. Ovviamente, non ci si deve dimenticare della sua difficoltà superiore alla media.

Il prezzo iniziale sul mercato è di 29,99 euro, il gioco è uscito il 13 Settembre per la gioia di un’elevata quantità di patiti del genere, ma potete acquistarlo a prezzo scontato su G2A qui sotto.

Compra subito Obduction

 

 

La nostra valutazione
Unreal Engine usato magistralmenteBuona interazione con l'ambiente circostanteComparto audio eccezionale
Non alla portata di tuttiGameplay non particolarmente originale
7.9Punteggio Totale
Trama e ambientazione8.5
Gameplay7
Controlli7.5
Immersività8.5