The Assembly è un gioco d’avventura in prima persona con elementi di puzzle ed esplorazione. Sviluppato dalla casa inglese nDreams, è il frutto di quasi un paio di anni di sviluppo per un titolo pensato per essere giocato in realtà virtuale, ma disponibile anche senza.

Uscito qualche mese fa per Oculus Rift e HTC Vive, il titolo nDreams fa la sua comparsa sulla Playstation VR. Nella versione PC è necessario una GTX 970 o un AMD 290, intel i4590, 8 GB di RAM e 4,18 GB di spazio sul disco per giocare. Il gioco è disponibile su Steam a 24,99 €, stesso prezzo sulla piattaforma dell’Oculus. The Assembly è disponibile solamente con sottotitoli in italiano e dialoghi a scelta fra inglese, francese o tedesco.

girare-allinterno-di-the-assembly

Esploriamo i meandri di The Assembly

Che cosa ci nasconde The Assembly

The Assembly sviluppa la sua storia fra due personaggi: da un lato la giovane neuroscienziata Madeleine Stone, che sta entrando a far parte di un istituto di ricerca segreto chiamato The Assembly, localizzato nel deserto del Nevada; dall’altro lato vestiremo i pannidi Cal Pearson, un virologo disincantato che cerca di uscirne fuori.

Uno dei punti di forza del gioco è il fatto di porre al centro dell’attenzione temi di etica scottanti, ad esempio se sia giusto fare ricerca scientifica moralmente inaccettabile per per una buona causa, oppure cosa pensare della sperimentazione animale e umana: tutti elementi che contribuiscono a rendere più realistica l’esperienza di gioco. La caratterizzazione dei personaggi, e l’ottimo ambiente ricreato, contribuisce a rendere l’esperienza certamente immersiva, e a immedesimarsi velocemente nei due personaggi.

bizzarri-indovinelli-e-situazioni-assurde

Trama fitta ed colma di intrighi

Una fitta trama che fa da contorno ad un semplice puzzle game

Il gioco si sviluppa parzialmente su elementi puzzle, necessari per andare avanti: alcuni sono ben congegnati, e richiedono un po’ di ragionamento, tuttavia non si tratta di nulla di troppo complicato; se poi si sbaglia troppe volte il gioco viene in aiuto con dei suggerimenti, quindi raramente si rimane bloccati in qualche punto. Un’altra parte del gioco però si basa sulla trama, che va ugualmente dipanata: anche quando si possiedono tutti gli elementi per passare al capitolo successivo, bisogna passare necessariamente attraverso alcuni checkpoint della trama, tuttavia il gioco scorre liscio per la maggior parte del tempo.

Il gioco offre diversi finali, grosso modo si possono provare tutti rigiocando l’ultimo capitolo del gioco, i dilemmi posti durante la trama purtroppo sembrano non avere alcun effetto nello sviluppo della conclusione. Il gioco può essere concluso senza risolvere tutti gli enigmi, probabilmente può essere un buon motivo per ripetere l’avventura, anche se, una volta finito il gioco, si ha la possibilità di rigiocare i singoli capitoli, quindi soltanto le per ripetere solo i punti salienti della narrazione.

puzzle-game-per-la-realta-virtuale

I puzzle sono piuttosto interessanti

Posso dire che durante le 5 ore e mezza di gioco il titolo è stato soddisfacente: la storia intriga, i dubbi morali fanno riflettere, e alla fine il desiderio di portare a conclusione la linea narrativa spinge il giocatore a non staccarsi dal visore. La curiosità trasmessa da questo titolo si limita a questo e, dopo aver finito il gioco la prima volta, mi sono limitato a rigiocare l’ultimo capitolo per vedere la fine delle altre linee narrative.

Una classica avventura grafica

The Assembly è un’esperienza da giocare prevalentemente il gamepad, nelle versioni PC anche con mouse e tastiera. Il sistema di movimento è variabile: si può utilizzare una modalità di teletrasporti a puntamento, oppure i classici movimenti con l’analogico; più avanti nel gioco si tende a usare il primo sistema per muoversi velocemente da una parte all’altra, però la modalità di movimento normale rende giustizia alla buona grafica del gioco, studiata nei minimi dettagli.

I comandi sono molto intuitivi, in ogni caso la possibilità di scegliere fra varie opzioni permette di trovare la modalità più comoda per giocare. Si può interagire con tutti gli oggetti nel gioco, ma in generale è abbastanza semplice trovare cosa si cerca. Unica pecca dei controlli, la mancanza d’integrazione per i motion controller: forse sarebbe stata un’opzione in grado di migliorare l’esperienza VR, anche se il gioco nel suo complesso non sembra risentirne più di tanto.

esperimenti-moralmente-discutibili

Scelte moralmente discutibili

Vivere un’avventura davvero immersiva

La grafica di The Assembly è certamente uno dei punti di forza di questo titolo: grandi ambienti ben sviluppati con un buon utilizzo di luci e ombre, in generale gli spazi esplorabili sono gradevole alla vista e offrono un’esperienza di gioco certamente appagante. L’Unreal Engine da questo punto di vista è stato sfruttato egregiamente, i ragazzi della nDreams hanno fatto certamente un buon lavoro, che va lodato.

cercare-una-via-di-uscita

Una via d’uscita dall’assemblea

CONCLUSIONI
In colcusione posso dire che The Assembly è un titolo serio, nel senso che sembra destinato ad un pubblico più adulto visti i temi trattati e il tipo di gioco stesso. A volte, data la natura del titolo e grazie alla realtà virtuale, mi è sembrato di trovarmi in un film interattivo, con una trama godibile, e forse è proprio questo il fine degli sviluppatori.

Il suo stile ibrido ne fa sia il punto di forza che la debolezza del gioco stesso, un amante dei puzzle potrebbe orientarsi di più verso titoli tipo Obduction – volendo rimanere nel VR – mentre per il genere adventure puro potrebbero provare la sezione  in realtà virtuale di Tomb Raider. Personalmente non credo che The Assembly sia un punto d’arrivo per la realtà virtuale, tuttavia se ti piace l’idea di un gioco con una buona trama e non troppo impegnativo, può trattarsi di uno spunto: qualche ora di divertimento è assicurata.

Compra subito The Assembly

 

La nostra valutazione
Comparto grafico ben realizzatoAmbienti caratteristiciTrama moralmente interessante
Titolo breve ma intensoNessuna rigiocabilitàPuzzle ed indovinelli anche troppo banali
6Punteggio Totale
Trama e ambientazione7
Gameplay5
Controlli5
Grafica6.5
Immersività6.5