Si chiama Finch VR, la startup russa che si sta occupando occupa dello sviluppo di un controller per la realtà virtuale, che permetterà di avere il pieno controllo delle mani e delle dita all’interno dell’universo virtuale. Secondo le ultime informazioni fornite dagli sviluppatori, l’azienda è pronta ad accogliere i pre-ordini per il loro dispositivo, quindi noi di VR Magazine abbiamo deciso di fornirvi un quadro completo, per spiegarvi che cos’è Finch VR.

Fondamentalmente si tratta di una coppia di controller per la realtà virtuale, nulla di particolarmente nuovo a dire il vero, con l’eccezione che funzionano con quasi tutti i dispositivi presenti sul mercato: Finch VR infatti potrà essere collegato sia al nostro smartphone per giocare con Samsung Gear VR o Google Cardboard, sia ai visore di fascia alta come HTC Vive o Oculus Rift e potrà essere usato anche per controllare un drone.

Questo innovativo controller va infilato come se fosse un guanto, grazie a delle cinghie da sistemare attorno alle dita, disposte di sensori che tracceranno il movimento delle singole dita per riprodurlo all’interno delle applicazioni in realtà virtuale. In questo modo il giocatore potrà utilizzare le proprie mani in maniera naturale in un enorme varietà di giochi ed applicazioni. Non solo potremo usarlo per rendere le nostre esperienze in realtà virtuale più immersive, ma semplificherà anche la navigazione in internet e la scrittura grazie all’uso dei movimenti delle mani per spostarci sul browser di ricerca e una tastiera virtuale per scrivere con le dita.

A differenza del Leap Motion, Finch VR non dispone di una telecamera per seguire il tracciamento delle dita, ma funziona solo grazie al riconoscimento dei gesti, rilevati dai sensori. Il dispositivo dispone anche di un piccolo touchpad installato all’altezza del dito indice per determinare il movimento delle dita ed evitare spostamenti improvvisi che potrebbero creare problemi di calibrazione.

È possibile utilizzare Finch VR su qualsiasi dispositivo, visto che non sono necessari grossi requisiti di sistema e, come abbiamo già accennato può essere collegato sia al PC sia ad uno smartphone e potremo controllare con le dita anche un drone senza bisogno di un altro controller. La distribuzione di Finch VR comincerà a partire dai primi mesi del 2017, ma i pre-ordini sono già aperti sul sito ufficiale.