Google sta investendo centinaia di migliaia di dollari per finanziare film e programmi basati sulla realtà virtuale. Si tratta di un’iniziativa nata con lo scopo di promuovere su scala globale il suo servizio Daydream, e grazie a progetti realizzati in collaborazione con la piattaforma Hulu.

Diverse star del mondo del Web sono già pronte a prendere parte a diversi progetti finanziati dal colosso dei motori di ricerca. Ad esempio, tra i possibili partecipanti potrebbero esserci i gemelli Dolan e Justine Ezarik. A tutto questo bisogna aggiungere che la divisione di Alphabet ha scelto di collaborare con produttori di videogiochi e campionati sportivi con il fine di aumentare la già vasta gamma di prodotti legati proprio alla realtà virtuale. Il co-fondatore della start up TheWaveVR Finn Staber ha sottolineato le spese ingenti portate avanti da Google per rafforzare tali operazioni. Lo scopo principale è quello di promuovere a tutti i costi Daydream, una sorta di piattaforma di e-commerce con app, giochi e piccoli video.

Google vuole così diventare un autentico punto di riferimento per un gran numero di clienti nel settore ancora non totalmente esplorato della realtà virtuale, un po’ come Android lo è già per gli smartphone e i tablet.

L’azienda ha così scelto di inserirsi in un mercato sempre più affollato e competitivo. Hanno scelto di investire nella VR già colossi del calibro di Facebook, Sony, Samsung e HTC. Google punta tutto sull’auricolare da collegare direttamente a Daydream, grazie al quale è possibile accedere ad un gran numero di applicazioni tra cui YouTube e i suoi già presenti video a 360 gradi. Lo scopo dell’azienda con sede a Mountain View è quello di raggiungere un pubblico di massa e rendere le attrezzature relative alla realtà virtuale accessibili a molti, se non quasi a tutti.

Finn Staber ha definito questo sistema “rivoluzionario”, aggiungendo di aver collaborato con Google per diversi mesi alla realizzazione del progetto. Inoltre, la società ha tutta l’intenzione di attrarre una vera e propria squadra di registi di alto rango, che devono utilizzare un impianto formato da 16 telecamere tutte ottimizzate per i contenuti visibili in realtà virtuale. Un’azienda importante come la GoPro si sta adoperando per la realizzazione di una fotocamera di nome Odissea, dal costo di 15 mila dollari.

Ma ora passiamo ai molteplici servizi offerti tramite Daydream:

  • Prima di tutto, i video di YouTube saranno facilmente visibili in streaming;
  • Insieme ai canali HBO;
  • Hulu e varie app provenienti da leghe sportive molto rilevanti, come ad esempio NBA e NFL.

Daydream sarà introdotto in contemporanea con il rilascio di nuovi dispositivi mobili Android, visori per la realtà virtuale e controller appositi con il fine di rendere molto più interattivi i dispositivi che si basano sulla realtà virtuale. Con un solo auricolare, sarà così possibile navigare sul Web e selezionare le applicazioni più interessanti. I contenuti a disposizione dei clienti aumenteranno a vista d’occhio e la scelta sarà sempre più vasta.