Durante l’annuale conferenza per gli sviluppatori, Unity ha annunciato nuovi interessanti strumenti per semplificare la realizzazione dei progetti per la realtà virtuale che utilizzano il suo motore grafico. L’intento di Unity è quello di creare un supporto adeguato per tutti coloro che vogliono sviluppare applicazioni e giochi in VR con il loro engine, dando l’opportunità ai programmatori di entrare in prima persona nei loro progetti per modificarli “dall’interno”, spostando banalmente gli oggetti con i controller o modificando gli asset di gioco senza dover per forza utilizzare l’editor tradizionale.

EditorVR, il nuovo software proposto da Unity, è stato annunciato la prima volta l’anno scorso utilizzando Oculus Rift e i suoi Controller Touch. Quest’anno per parcondicio è stato provato su HTC Vive mostrando i progressi fatti nel corso di questo tempo. Il nuovo editor, specializzato per applicazioni VR è stato testato sul gioco indie Firewatch di Campo Santos, , lo sviluppatore poteva così prendere in mano, ovviamente grazie ai controller di HTC Vive, ogni oggetto sullo scenario, cambiarne la posizione, introdurne di nuovi da una libreria dedicata grazie a numerosi strumenti, per rendere il tutto più intuitivo.

Rispetto alla versione passata Unity ha snellito molto l’interfaccia utente e ha lavorato per permettere a questo nuovo editor di competere con quello tradizionale, implementando tutte le funzioni necessarie per semplificare la vita degli sviluppatori, anche quelli alle prime armi.

Al momento queste sono tutte le informazioni che siamo riusciti ad ottenere, seguiremo i progressi dell’EditorVR di Unity con grande interesse cercando di valutarne i pro e i contro al più presto, speriamo solo che i veterani che utilizzano questo engine non facciano troppe storie. Si tratta comunque di una scelta azzardata da parte di Unity ma è anche una dimostrazione di quanto le aziende credano fermamente che il VR possa fare parte del nostro futuro.